Home > Leggi news

Quando l’allergia nasce in ufficio

03 dicembre 2014
allergiaufficio

A volte i nemici si nascondono negli arredi e nei materiali di pulizia: meglio fare attenzione

A volte si presta una grande attenzione alle quattro mura domestiche, ma poi starnuti, naso chiuso e altri sintomi dell’allergia nascono in ufficio, specie per chi è allergico agli acari della polvere ma non solo. Ad esempio la presenza di poltrone che possono accumulare polvere, la moquette e altri fattori sono in grado di mettere a rischio il naso sensibile di chi è allergico. Allo stesso modo anche gli impianti di riscaldamento e condizionamento, se non adeguatamente controllati, possono ospitare allergeni che attraverso i condizionatori entrano nell’ambiente, facendo partire starnuti e naso chiuso. Il termosifone invece può rendere l’aria eccessivamente asciutta e quindi impedire l’azione di umidificazione delle vie respiratorie, facilitando l’infiammazione. Infine, sempre negli uffici, anche alcune sostanze chimiche usate per la pulizia o emesse da strumenti come le fotocopiatrici possono peggiorare i fastidi.

Tags:

Termine del mese
Acetone

o acetonemia. Condizione metabolica legata alla mancanza di zuccheri nell'organ...

Approfondisci

Il farmaco di automedicazione, contrassegnato da un bollino rosso che riporta la scritta “Farmaco senza obbligo di ricetta”, è un farmaco per l’acquisto e l’assunzione del quale non è necessaria la ricetta medica.

Copyright © Assosalute 2014 Via Giovanni da Procida 11, 20149 Milano - Tel. +39 02 34565324