Home > Leggi news

Che denti quel neonato!

14 settembre 2016
Che denti quel neonato

Chi ha detto che il neonato è completamente sdentato?
Esiste un dente che in qualche caso è presente già alla nascita.
Infatti, pur se raramente, non appena il bimbo viene al mondo ha già un “dentone”, che fa bella mostra di sé nella parte anteriore della bocca. Si chiama proprio dente “natale” e si forma in anticipo, già nell’utero. Normalmente, comunque, i denti da latte compaiono verso i sei mesi di vita, quasi sempre i primi a svilupparsi sono gli incisivi inferiori, poi gli incisivi laterali. A un anno si sviluppa il primo molare, a diciotto mesi il canino e verso i due anni il secondo molare, a tre anni la formazione della dentatura decidua è completata. Una volta che tutti i denti sono cresciuti e che quelli definitivi hanno fatto la loro comparsa, si deve però cominciare ad usarli bene, sfruttandone le caratteristiche. Gli incisivi si trovano anteriormente e sono i primi ad entrare in contatto con i cibi ed hanno il compito di afferrarli e triturarli a morsi. Subito dopo, la masticazione prevede l'entrata in azione degli appuntiti canini che strappano gli alimenti più resistenti. In seguito, quando il cibo viene spostato verso la parte posteriore della bocca, i premolari concludono la triturazione mentre gli otto grandi molari, con la loro superficie appiattita, schiacciano definitivamente i cibi. Masticare bene non solo aiuta a cogliere il meglio dagli alimenti, ma anche a evitare fastidi alla bocca nel corso del tempo. Per il resto, affinché la cura della bocca inizi già dai primi mesi di vita, affidatevi all'igiene: ecco alcuni consigli per mantenere pulita la bocca e favorire la crescita dei denti dei più piccoli.

  • Pulire con una garza imbevuta d'acqua le gengive dei neonati che non hanno ancora i dentini dopo ogni poppata.
  • Appena spuntano i denti da latte, pulirli con una garza umida o un dito di gomma.
  • Da uno a tre anni è il genitore che deve lavare i denti al bimbo, usando uno spazzolino morbido a testina piccola e spazzolando dalla gengiva verso il dente, almeno 5 volte.
  • Quando il bimbo è un po' cresciuto, abituarlo a lavarli con uno spazzolino morbido dopo ogni pasto. Per prendere confidenza con lo strumento, può essere utile dar loro fin da piccolissimi uno spazzolino da denti con cui giocare.

Tags:

Termine del mese
Rigurgito

La parola definisce la risalita di cibo dalla parte alta dello stomaco e dall’es...

Approfondisci

Il farmaco di automedicazione, contrassegnato da un bollino rosso che riporta la scritta “Farmaco senza obbligo di ricetta”, è un farmaco per l’acquisto e l’assunzione del quale non è necessaria la ricetta medica.

Copyright © Assosalute 2014 Via Giovanni da Procida 11, 20149 Milano - Tel. +39 02 34565324