Home > Leggi news

La sesta malattia dura tre giorni

24 marzo 2017
La sesta malattia dura tre giorni
A prima vista sembra quasi un gioco matematico di quelli che si fanno sui social media per rilassarsi. Eppure è una realtà scientifica, ormai acclarata. Si chiama sesta malattia, ma viene anche definita febbre dei tre giorni. Ad esserne colpiti sono soprattutto i bambini più piccoli.
Il quadro si manifesta con febbre alta e la comparsa di macchie arrossate, che solitamente rappresentano elemento distintivo per la diagnosi da parte del medico o del pediatra. Attenzione: questa condizione può interessare anche gli adulti, visto che in alcuni casi la sesta malattia si presenta anche due volte.
L’infezione è infatti provocata da alcuni virus della famiglia dell’Herpes, in particolare l'Herpes virus 6 e l’Herpes virus 7 (scoperto nel 1990), che possono quindi “replicare” i fastidi nel tempo. Si chiama sesta malattia non per una particolare sequenza temporale, ma perché è il sesto esantema infettivo descritto in medicina. Bimbo mio come ti misuro la febbre
Si trasmette attraverso un contatto diretto con il muco o la saliva del paziente infetto, oppure con le goccioline respiratorie emesse con la tosse, gli starnuti o anche semplicemente parlando. Il contagio può avvenire anche attraverso un adulto portatore asintomatico del virus. Il periodo di incubazione oscilla tra i 5 e i 15 giorni.
La febbre che dura da 2 a 4 giorni (3 in media da qui il nome febbre dei tre giorni). La febbre può essere  molto elevata, sui 39 gradi, e può essere gestita attraverso l’impiego di antipiretici disponibili come farmaci  di automedicazione.
A volte  la febbre si accompagna ai sintomi tipici delle sindromi da raffreddamento, faringite, mal di gola, raffreddore, congiuntivite e  a volte anche diarrea.
Anche in questo caso i medicinali di automedicazione rappresentano il fattore chiave per alleviare la sintomatologia e vanno impiegati caso per caso in base ai fastidi che predominano il quadro, chiedendo consiglio, in caso di dubbio al farmacista o al medico di base o al pediatra. Senza dimenticare che dopo tre giorni, normalmente, tutto passa.


Tags:

Termine del mese
Rigurgito

La parola definisce la risalita di cibo dalla parte alta dello stomaco e dall’es...

Approfondisci

Il farmaco di automedicazione, contrassegnato da un bollino rosso che riporta la scritta “Farmaco senza obbligo di ricetta”, è un farmaco per l’acquisto e l’assunzione del quale non è necessaria la ricetta medica.

Copyright © Assosalute 2014 Via Giovanni da Procida 11, 20149 Milano - Tel. +39 02 34565324