Home > Leggi news

Mal di testa? Occhio al gelato

19 maggio 2017
Mal di testa Occhio al gelato
Così l’alimento simbolo della bella stagione può scatenare la cefalea: attenzione agli sbalzi!
 Vi è mai capitato di avere un fortissimo mal di testa dopo aver consumato un gelato o una bibita ghiacciata e non sapere come mai il piacere di una leccornia possa trasformarsi immediatamente in una forte cefalea? Il problema sembra essere del tutto collegato al cambio di temperatura indotto dal gelato.
Lo hanno chiarito i ricercatori dell’Università d’Irlanda di Galway, insieme a studiosi dell’Università di Harvard, che hanno dimostrato come consumare un alimento troppo freddo porterebbe ad un rapido aumento del flusso di sangue che attraversa il principale vaso sanguigno del cervello, l'arteria cerebrale anteriore. Controprova?
Appena si riduce l’apporto eccessivo di sangue, anche il dolore si spegne. La ricerca  è stata condotta eseguendo un esame doppler, che rivela la circolazione all’interno dei vasi, su 13 volontari che avevano bevuto acqua ghiacciata.Evviva il gelato  
Secondo gli autori il cervello è molto sensibile alla temperatura e per questo, quando la temperatura corporea si abbassa all'improvviso, vengono attivati dei sistemi di vasodilatazione per far arrivare sangue caldo nell'area cerebrale. E proprio questo allargamento dei vasi sarebbe all’origine del dolore.

Tags:

Termine del mese
Ponfo

Lieve rigonfiamento temporaneo di forma rotonda della cute dovuto generalmente a...

Approfondisci

Il farmaco di automedicazione, contrassegnato da un bollino rosso che riporta la scritta “Farmaco senza obbligo di ricetta”, è un farmaco per l’acquisto e l’assunzione del quale non è necessaria la ricetta medica.

Copyright © Assosalute 2014 Via Giovanni da Procida 11, 20149 Milano - Tel. +39 02 34565324