Home > Leggi news

Quando dormi rischi il paradosso del non riposo

22 dicembre 2017
quando dormi  e rischi il paradosso del non riposo

Ci sono persone che si lamentano tutto il giorno perché non sono riuscite a riposare. Peccato però che, se sottoposte a controlli per valutare la quantità del sonno, dormano anche otto-nove ore per notte. Come si spiega tutto questo? Semplice, si tratta di un vero e proprio paradosso: non si riesce a percepire quanto realmente si dorme, anche se sarebbe meglio dire “come” si dorme. L’insonnia paradossa, questo il nome del quadro, è infatti caratterizzata da un riposo di limitata qualità, costellato da risvegli frequenti, magari impercettibili, ma presenti. A soffrire di questa situazione sono soprattutto le donne: per loro è più difficile avere un sonno riposante e quindi più facilmente diventano vittime di un “paradosso” nel riposo. Il motivo? Una parte del cervello non vuole proprio saperne di addormentarsi: in questi casi, seppure si puà far ricorso a farmaci ad azione blandamente sedativa, bisogna innanzitutto cercare, alla sera di “staccare la spina” e distrarsi così da favorire il rilassamento propedeutico al riposo evitando inoltre tutti quegli elementi che, a prescindere dall’ansia o dallo stress possono rendere difficoltoso il sonno come l’attività sportiva serale o l’assunzione di una cena troppo ricca o con alimenti capaci di disturbare il riposo come il thè, il caffè. Bambini sonno e obesità attenzione a riposare bene

Tags:

Termine del mese
Miosite

Termine che definisce genericamente un’infiammazione del tessuto muscolare....

Approfondisci

Il farmaco di automedicazione, contrassegnato da un bollino rosso che riporta la scritta “Farmaco senza obbligo di ricetta”, è un farmaco per l’acquisto e l’assunzione del quale non è necessaria la ricetta medica.

Copyright © Assosalute 2014 Via Giovanni da Procida 11, 20149 Milano - Tel. +39 02 34565324