Home > Leggi news

L’ansia cresce (anche) sui social

15 marzo 2019
ansia cresce anche sui social
Ci mettono in contatto con il mondo. Ci fanno partecipare a gioie, tristezze, esperienze. In molti casi ci offrono informazioni utili. Ma a volte, quando si esagera, possono anche diventare una minaccia per la salute.
Stiamo parlando dei social network, ai quali bisogna avvicinarsi con il giusto approccio, per non rischiare quadri di ansia o male oscuro che, proprio in questo periodo dell’anno, possono rivelarsi particolarmente difficili da affrontare. A rischio sarebbero soprattutto i più giovani, più soggetti, proprio perché ne fanno un uso maggiore, a stati d’ansia legati a uso eccessivo e continuato dei social network. A sostenerlo una ricerca resa nota  dalla Royal Society for Public Health, che ha valutato l’impatto dei social network proprio sul benessere mentale dei giovani. I risultati fanno davvero pensare, anche se ovviamente vanno valutati attentamente, anche in considerazione di altri fattori che potenzialmente possono influire sui risultati. Ebbene, stando alla ricerca ci sarebbe stato un incremento superiore al 60 per cento di quadri di ansia e depressione negli ultimi venticinque anni tra i ragazzi tra i 16 e i 24 anni. Probabilmente alla base di questo fenomeno, che può vedere diverse concause, ci sono tanti elementi. Ma non ci sono dubbi che esagerare con il tempo trascorso sui social possa rappresentare un problema per il benessere dei teenagers.

Tags:

Termine del mese
Emocromo

Esame del sangue che permette di scoprire quantità e qualità dei principali comp...

Approfondisci

Il farmaco di automedicazione, contrassegnato da un bollino rosso che riporta la scritta “Farmaco senza obbligo di ricetta”, è un farmaco per l’acquisto e l’assunzione del quale non è necessaria la ricetta medica.

Copyright © Assosalute 2014 Via Giovanni da Procida 11, 20149 Milano - Tel. +39 02 34565324